Le parole degli altri(Rubrica a cura di Roberto Saporito)

ju.jpg

John Updike “Bech. Lo scrittore alla moda” (Feltrinelli, 1971)

“Bech aveva composto degli odiosi timbri di gomma: HENRY BECH SI SCUSA MA NON PARLA IN PUBBLICO. SPIACENTE, MA LE PETIZIONI NON RIENTRANO NEL MIO MESTIERE.” [John Updike “Bech. Lo scrittore alla moda”]

“Aveva percorso a piedi in lungo e in largo la sua grigia città con una speranza nel cuore, la prospettiva di poter, se non proprio quel giorno stesso, il successivo, fondere in maniera perfetta quei rettangoli di pietra che lo circondavano con i neri rettangoli della prosa stampata.” [John Updike “Bech. Lo scrittore alla moda”]

“Ti ammiro,” disse Beatrice, “per come sei.” “Ho cercato di essere diverso,” rispose lui, sulla difensiva “ma non convincevo nessuno.” [John Updike “Bech. Lo scrittore alla moda”]

“Bech apparteneva all’ultima generazione di scrittori che consideravano l’insegnamento una forma di corruzione.” [John Updike “Bech. Lo scrittore alla moda”] “La lettura può essere la cosa…

View original post 13 altre parole

:: Come una barca sul cemento di Roberto Saporito (Arkadia Editore 2019) a cura di Giulietta Iannone

Liberi di scrivere

copertina-saporitoSe Coleman Silk de La macchia umana di Philip Roth veniva allontanato dal suo prestigioso incarico universitario per un’accusa di razzismo, il protagonista de Come una barca sul cemento, nuovo romanzo di Roberto Saporito, il più postmodernista degli autori italiani di questo primo quarto del XXI secolo, vive un’esperienza simile anche se con risvolti del tutto singolari. Forse più simile al Humbert Humbert nabokoviano, il nostro professore di letteratura americana del Novecento è un predatore sessuale che quando viene allontanato dal suo personale parco giochi, inizia a cercare tramite (il temibile e spietato) social network più in voga di questi tempi, le donne del suo passato sfuggite alle sue mire di conquista. Un po’ per passare il tempo, un po’ per sopravvivere alla sua nuova (infelice) vita di guardiano di barche, porta avanti con meticolosa cura la ricerca di queste donne con cui il tempo non è stato sempre benevolo:…

View original post 379 altre parole

Rattus Norvegicus

foto topo

“La nuova tendenza è nessuna tendenza.”  (Bret Easton Ellis “Glamorama”)

La nuova moda è di portarli a passeggio legati a un guinzaglio, e loro sembrano mansueti, sembra che passeggino volentieri, ma è assurdo loro sono dei topi, o meglio dei ratti di dimensioni ragguardevoli, diciamo più grandi di un chihuahua, dei Rattus Norvegicus che di solito sono animali liberi, padroni dei bassifondi, come delle cantine delle case dei ricchi, ma comunque liberi. Però sembra che abbiano barattato la loro libertà per un pasto, per la verità più di uno al giorno e di qualità sorprendente, e di una casa calda d’inverno e fresca d’estate, perché questa moda di tenersi in casa un ratto, una pantegana, ha attecchito in particolare tra i ricchi, quelli veri, e quelli presunti, anche quelli che fanno i debiti per sembrare ricchi, quelli che a spasso con la pantegana ci vanno vestiti firmati dalla testa ai…

View original post 639 altre parole