“MangiaLibri” ha recensito (oggi) “Il caso editoriale dell’anno” (Edizioni Anordest), (a cura di Raffaello Ferrante)…

Il caso editoriale dell’anno
17 agosto 2013
Articolo di: Raffaello Ferrante

Lo scrittore è al telefono con la sua agente. Ascolta distrattamente quell’ennesimo sciorinare cifre da capogiro. Il suo romanzo è alla sesta edizione. Ergo, sessantamila copie già vendute. Non solo. L’editore alla luce di questo successo vuole dare alle stampe anche i primi due romanzi pubblicati in passato da piccoli editori. Già, i primi due romanzi. Una fatica, una cura e un amore indescrivibile nello scriverli per vederli poi ridotti a mille copie di tiratura e nessuna visibilità. “[…] piccolo editore, piccola (inesistente?) promozione, piccole recensioni, piccole vendite: tutto molto piccolo”. Poi aveva scritto un terzo romanzo. Un noir di formazione travestito da romanzo esistenziale, e sopratutto aveva cambiato strategia. Basta contatti diretti e infruttuosi con gli editori ma ricerca di un agente letterario. Così, dopo tanto cercare e schivare falchi mangiasoldi, l’incontro con la sua attuale manager. Zero anticipo di compenso ma percentuale sulle vendite. Solo che dopo sei mesi il silenzio era ancora totale e assordante. Ed era stato allora che, più per gioco e per noia che per reale convinzione, aveva partorito un breve romanzetto in poco più di un mese e quasi senza nemmeno rileggerlo lo aveva mandato alla sua agente. Due settimane dopo la manager aveva in mano un contratto firmato con il più grosso editore italiano per la prima tiratura di diecimila copie e un assegno di diecimila euro tondi tondi nelle tasche. Due mesi dopo eccolo lì, il suo romanzetto, che batteva tutti i record di vendita e incasso promettendo tournée e traduzioni in tutto il mondo e persino rumours di acquisto dei diritti da parte di un magnate di Hollywood per farne un blockbuster. Ok. Tutto perfetto quindi? Assolutamente no…
Si dice che dietro la mano anonima che ha firmato questo libro edito dalle edizioni Anordest ci sia la reale esperienza di uno scrittore italiano di grosso calibro che dopo anni di carriera letteraria di altissimo livello ha deciso di vuotare il sacco sul dorato e scintillante mondo dell’editoria. Un mondo raccontato in presa diretta dagli sfigatissimi esordi – quando però la scrittura era passione e sudore vero – fino all’incredibile e strabiliante escalation che grazie ad un romanzetto insignificante e sciatto lo porta fino alle porte del paradiso. Premi, riconoscimenti da star hollywoodiana, donne fino a qualche mese prima irraggiungibili, suite da mille e una notte, champagne a fiumi, conto in banca da emiro, auto extralusso, tutto di colpo gli è permesso, tutto ciò che sfiora si trasforma in oro colato. Peccato che questa inaspettata quanto immeritata scalata costruita a tavolino sia inversamente proporzionale alla sua soddisfazione non solo creativa ma perfino esistenziale. E peccato che dietro la facciata adamantina di questo luccicante mondo editoriale, dietro i milioni di copie vendute, si celi una realtà misera e meschina, provinciale e invidiosa, un’industria fatta di marketing e squali pronti a tutto pur di cannibalizzare concorrenti e mercato, un’industria che mortifica e svilisce l’arte, trasformando lo scrittore di turno nella gallina dalle uova d’oro pronta solo per essere spremuta il più possibile, tanto da fargli alla fine rimpiangere i miseri tempi dell’anonimato. Un romanzo non memorabile, ma divertente, cinico e amaro al punto giusto, che si fa leggere in poche ore anche grazie alla furba trovata dell’autore nascosto dietro l’anonimato. Sarà una burla? Sarà vero? Chi mai sarà questo fantomatico scrittore? Se doveste scoprirlo fatemi un fischio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...