“Il caso editoriale dell’anno” Edizioni Anordest di Anonimo [Roberto Saporito], nelle vetrine delle migliori librerie…

Vetrina libreria 10 2013 001
“Il caso editoriale dell’anno” Edizioni Anordest di Anonimo [Roberto Saporito], nelle vetrine delle migliori librerie…

Annunci

La recensione a “Il caso editoriale dell’anno” (Edizioni Anordest) di Anonimo (Roberto Saporito) pubblicata oggi su “Booksblog” (a cura di Sara Rania)

copertina il caso editoriale dell'anno 2
La recensione a “Il caso editoriale dell’anno” (Edizioni Anordest) di Anonimo (Roberto Saporito) pubblicata oggi su “Booksblog” (a cura di Sara Rania)
Il link diretto alla recensione:
http://www.booksblog.it/post/83031/il-caso-editoriale-dellanno-di-roberto-saporito

Presentazione del romanzo “Il caso editoriale dell’anno” di Anonimo (Roberto Saporito)

Presentazione del romanzo “Il caso editoriale dell’anno” http://www.edizionianordest.com/catalogo/172-il-caso-editoriale-dell-anno
di Anonimo (Roberto Saporito)Sabato 12 ottobre alle ore 17,30 c/o libreria “La Torre”
Via Vittorio Emanuele 19 (Galleria della Maddalena) Alba CN…

Saranno presenti

L’autore Roberto Saporito (l’Anonimo)

Edoardo Borra (del Centro di Documentazione Beppe Fenoglio della Fondazione Ferrero)

La scrittrice Lori Serra

E l’attore Massimo Marasso che leggerà alcuni brani del romanzo
A grande richiesta abbiamo deciso di rivelare chi si nasconde dietro l’Anonimo del romanzo “Il caso editoriale dell’anno”, uscito il 4 luglio in libreria, suscitando grande interesse e una serie di ottime recensioni.
L’Anonimo è lo scrittore Roberto Saporito*, autore di romanzi e libri di racconti, nell’ambiente editoriale (che conosce molto bene, viste le vicende narrate nel libro) da una ventina d’anni.
La scelta di pubblicare il romanzo come Anonimo è stata da una parte una scelta editoriale nata dopo alcune riunioni di redazione (come anche il titolo, che è un sorta di auto fascetta promozionale)…quasi una provocazione, un esperimento letterario, se vogliamo…e dall’altra parte era una vita che Roberto Saporito voleva fare una sorta di passo indietro, alla Thomas Pynchon, cioè dare maggiore importanza al testo, e meno a chi l’ha scritto…l’immagine che viene in mente è quella dell’autore nascosto dietro il cespuglio dell’anonimato che spia, non visto, le reazioni del pubblico e degli addetti ai lavori…una cosa così.
E poi anche perché il protagonista del libro rimane anonimo per tutto il romanzo, e in questo modo si crea una sorta di cortocircuito, di voluta confusione tra realtà e finzione, in un serissimo gioco postmoderno sulla scomparsa dell’autore.
Chi è l’autore? Viene da chiedersi.
L’autore è anche il protagonista senza nome, che dice “io” nel libro, o le vicende narrate sono solo frutto della fantasia?
Cos’è vero, cos’è falso, ma c’è qualcosa di reale o è tutto inventato? È un romanzo e quindi è solo fiction, oppure no?
Ma non è un nascondersi, anzi, al contrario, è un creare aspettative con domande che però rimangono senza risposte, ed è anche un giocare con le stesse regole del mondo editoriale che non ci piacciono, e quindi, per sottolinearne la loro esistenza, per renderle per una volta palesi…

*Roberto Saporito:

Sito-blog: http://romanzo.blog.tiscali.it/

Dicono di Roberto Saporito:

“Roberto Saporito è uno degli scrittori più interessanti della sua generazione perché senza retorica alcuna è in grado di raccontarla fuori dai suoi luoghi comuni.” (Satisfiction, Nicola Vacca)

“Roberto Saporito mette in scena con una leggerezza solo apparente la totale disgregazione e solitudine della famiglia contemporanea, ormai incapace di costruirsi un’identità certa, i cui componenti non si parlano più semplicemente perché non hanno niente da dirsi.” (“D”- La Repubblica, Benedetta Marietti)

“Roberto Saporito con questo lavoro (il romanzo “Il rumore della terra che gira”) si conferma uno scrittore di talento nel panorama letterario del nostro paese.” (La Repubblica.it, Stefano Donno)

“Aprilo, leggine una pagina e ti acchiappa. Capacità di Saporito, questo curioso scrittore che adora sintesi, particolari e che sa sorprendere.” (La Stampa, Gianni Martini)

piccola rassegna stampa di “Il caso editoriale dell’anno” (Edizioni Anordest):

1) “Evidenzia Libri”: http://evidenzialibri.blogspot.it/2013/07/il-caso-editoriale-dellanno-di-anonimo.html
2) Quotidiano “La Città”: https://ilcasoeditorialedellanno.files.wordpress.com/2013/07/recensione-il-caso-editoriale-su-la-cittc3a0-07-2013.jpg
3) Rivista Letteraria “Satisfiction”: http://www.satisfiction.me/il-caso-editoriale-dellanno/
4) “Il Corriere Nazionale”: http://www.corrierenazionale.it/culture/scritture-e-pensieri/da-leggere/103772-il-mondo-editoriale-dietro-il-sipario-poche-virtu-tanti-vizi
5) Quotidiano “La Stampa”: https://ilcasoeditorialedellanno.files.wordpress.com/2013/07/recensione-il-caso-editoriale-su-la-stampa-07-2013.jpg
6) “Non Solo Noir: http://hotmag.me/nonsolonoir/2013/08/12/anonimo-il-caso-editoriale-dellanno/
7) Rivista Letteraria “Argo” : http://www.argonline.it/index.php?option=com_content&view=article&id=686%3Aanonimo-il-caso-editoriale-dellanno-edizioni-anordest-2013&catid=6%3Acrash-test-libri-riviste-cd-vhs-dvd&Itemid=31
8) “MangiaLibri”: http://www.mangialibri.com/node/12717
9) “I miei sogni tra le pagine”: http://www.sognipensieriparole.com/2013/07/pensieri-e-riflessioni-su-il-caso.html
10) recensione a cura di Lori Serra: http://romanzo.blog.tiscali.it/2013/09/20/la-recensione-a-cura-di-lori-serra-a-“il-caso-editoriale-dell’anno”-di-anonimo-roberto-saporito-edizioni-anordest/