Un racconto di Roberto Saporito

foto racconto roberto

 (In questo racconto Roberto Saporito con la sua scrittura incisiva e essenziale entra nelle stanze vuote della coscienza. Buona lettura)

“Spazi d’aria racchiusi dietro le cose”

“Lei si è costretta a una sorta di immobilità,

ma ciò non ha impedito al mondo di continuare a muoversi.”

(Zadie Smith “NW”)

Cominci a staccare i quadri dalle pareti della sala. Da qualche parte dovrai pur cominciare: tra due settimane vengono gli imbianchini.

E’ che ne hai proprio tanti di quadri, e tutti d’autore, tutti di gran valore, acquistati negli ultimi venticinque anni, anche se negli ultimi cinque ti sei un po’ fermato: la crisi. Tra la fine degli anni ottanta e l’inizio dei novanta ti sei proprio scatenato sempre in giro tra una galleria d’arte, una casa d’aste o una fiera d’arte contemporanea: il lavoro girava bene, e ti piaceva spendere in quadri. In fondo è anche un investimento ti…

View original post 867 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...