Le parole degli altri (Rubrica a cura di Roberto Saporito)

uj

James Joyce “Ulisse” (Mondadori, 1960)

“Come mai i pesci del mare non sono salati? Come mai?” (James Joyce “Ulisse”)

“Dio ha creato il cibo, il diavolo i cuochi.”  (James Joyce “Ulisse”)

“Mangia o verrai mangiato. Uccidi! Uccidi!” (James Joyce “Ulisse”)

“Nessuno è niente.” (James Joyce “Ulisse”)

“Il pensiero che a pagare sia l’altro è la salsa migliore del mondo.”  (James Joyce “Ulisse”)

“La vita è fatta di molti giorni. Questo finirà.” (James Joyce “Ulisse”)

“I peggiori nemici d’un uomo saranno quelli legati alla sua stessa casa e alla sua stessa famiglia.” (James Joyce “Ulisse”)

“Dicono che leggere il proprio necrologio allunghi la vita.” [James Joyce]

“Qualcuno deve sempre andarsene prima: da solo, sotto terra.” [James Joyce]

“Il pensiero è il pensiero del pensiero.” [James Joyce “Ulisse”]

“Statuario, il pingue Buck Mulligan spuntò in cima alle scale, con in mano uno ciotola di schiuma su cui giacevano in croce uno specchio…

View original post 6 altre parole